Alta Valtellina: i migliori itinerari di trekking da fare in estate!

Alta Valtellina: i migliori itinerari di trekking da fare in estate!

Bormio e dintorni offrono mille meravigliose possibilità per gli amanti delle escursioni, soprattutto a chi desideri ammirare panorami unici in alta montagna. Oggi quindi, sul blog dell’hotel Alù, vi mostreremo alcune delle gite più belle in assoluto da fare in questo angolo di paradiso. Ecco qui gli itinerari consigliati:

  • Laghi di Cancano
  • Val Zebrù
  • Val Viola
  • Sentiero Glaciologico Alto dei Forni – Rifugio Branca
  • Sunny Valley
  • Giro del Confinale (Branca – Pizzini – Casati – V Alpini)
  • Passo dello Stelvio

Laghi di Cancano

Il giro dei Laghi di Cancano è l’ideale per le famiglie o per chi non desideri affrontare dislivelli particolarmente duri. Partendo dalle Torri di Fraele, a circa 15-20 minuti di automobile da Bormio, potrete godervi una bella escursione lungo il sentiero limitrofo al lago di Cancano e poi proseguire fino al lago di San Giacomo. Queste zone sono molto battute anche dai ciclisti e quindi, se foste appassionati di mtb (o se aveste anche una bella mtb elettrica), non perdete l’occasione di visitare quei bellissimi luoghi.

  • Partenza / arrivo: Torri di Fraele
  • Quota min / max: 1.938 – 1.980 metri
  • Lunghezza totale: 19,490 km
  • Dislivello: 227 metri
  • Periodo consigliato: giugno – ottobre

Val Zebrù – Rifugio 5° Alpini

La Val Zebrù è una vallata immersa nella natura e, grazie alla sua particolare posizione, è rimasta immacolata e offre rifugio alla più grande colonia di ungulati di tutta la zona. Da Bormio, in auto, prendete la strada per Santa Caterina Valfurva e una volta giunti a San Nicolò Valfurva, svoltate verso Madonna dei Monti e parcheggiate nella vicina frazione di Niblogo. Da qui in poi i sentieri della Val Zebrù sono accessibili esclusivamente a piedi o in mtb. Percorrendo il sentiero 29 (rosso bianco), raggiungerete in circa due ore il Rifugio Campo (circa 2.000 metri di altitudine) e poi, subito dopo, la Baita del Pastore a quota 2.166 metri. Il Rifugio Quinto Alpini Bertarelli, posto ai piedi dello Zebrù, si trova a 2.877 metri ovvero a cinque ore circa a piedi dal parcheggio di Niblogo. Secondo noi, è tra le più belle gite in assoluto!

Val Viola

L’escursione in Val Viola è un altro classico per i fan del trekking. Dopo aver parcheggiato l’auto ad Arnoga (sulla strada verso il passo del Foscagno) nei pressi dell’albergo Viola, imboccate prima il sentiero n. 148 e poi il n. 128. Fra verdi prati e panorami incredibili, vi godrete una bella giornata potendo ammirare le imponenti sagome del Corno Dosdé, Corno Sinigaglia, San Colombano, della Cima Piazzi e Cima Viola. Il rientro è previsto invece sul sentiero n. 290.

  • Partenza: Arnoga, albergo Viola
  • Arrivo: Funera
  • Quota min / max: 1.883 – 2.374 metri
  • Lunghezza itinerario: 11 km
  • Dislivello salita: 584 m
  • Periodo consigliato: tutto l’anno

Sentiero Glaciologico Alto dei Forni – Rifugio Cesare Branca

Inaugurato nel 1995 in ricordo del centenario dalla fondazione del Comitato Glaciologico Italiano, questo sentiero si snoda nella Valle dei Forni fino a raggiungere la fronte del ghiacciaio. Qui potrete provare l’emozione di attraversare il ponte tibetano posto sopra il torrente Frodolfo, mentre lungo il percorso vedrete i resti della I guerra mondiale. Da Bormio, in auto, raggiungete Santa Caterina Valfurva e da qui proseguite fino al Rifugio Forni (2.200 metri). Parcheggiato il vostro mezzo, proseguite a piedi seguendo sempre le indicazioni per il Sentiero Glaciologico. Terminata l’ascesa e superati i ponti tibetani, arriverete presso il lago Rosole e da lì vi consigliamo di fermarvi per una meritata sosta al Rifugio Cesare Branca (2.487 metri).

  • Partenza: Forni
  • Arrivo: Rifugio Branca (e poi in discesa ai Forni)
  • Dislivello positivo: 500 metri
  • Tempo stimato: 1h / 2h dai Forni al Rif. Branca + 40’ in discesa verso i Forni

Sunny Valley

Nella bellissima Sunny Valley potrete cimentarvi in alcune passeggiate meravigliose e rimanere incantati dall’incredibile panorama. Per raggiungere questi luoghi, arrivate in auto fino a Santa Caterina Valfurva e da lì prendete la cabinovia. Quindi, una volta scesi, potrete imboccare il Sentiero del Sole e godervi una bella escursione a piedi. Una volta terminata l’escursione, vi consigliamo di sedervi sui tavolini del Sunny Valley Kelo Mountain Lodge dove pranzare immersi nella natura. A proposito della struttura appena citata, scoprite l’offerta speciale “ Luxury Night Experience a 2.700 metri ”!

Giro del Confinale (Branca – Pizzini – Casati – V Alpini)

Il Giro del Confinale è il giro più difficile e al contempo più entusiasmante in assoluto da effettuare nei pressi di Bormio in Alta Valtellina. Difficile non per motivi tecnici, ma per lo sforzo fisico. Questo trekking può essere realizzato egualmente partendo dal Rifugio Forni sopra S. Caterina Valfurva o da Niblogo in Val Zebrù. Noi vi daremo le indicazioni partendo dai Forni. Giunti ai Forni (2.200 m), proseguite fino al Rifugio Cesare Branca (2.493 m). I più allenati dovrebbero impiegare poco più di un’ora per concludere questa prima parte di percorso. Poi, dal Rifugio Branca impiegherete circa 1h30’ per arrivare al Rifugio Pizzini (2.706 m) e altre due ore da qui fino al Rifugio Casati (3.269 m). Partendo la mattina presto, sarete qui per pranzo e … per molti appassionati, il Rifugio Casati rappresenta la meta di arrivo.

Per concludere il Giro del Confinale manca infatti ancora parecchia strada e, naturalmente, non è possibile concluderlo in una singola giornata. Dal Rifugio Casati dovrete raggiungere il Rifugio V Alpini – Bertarelli (2.877 m) dopo 4 ore di marcia a buon ritmo in altitudine, scollinando dal passo Zebrù posto a 3.010 metri. Qui vi consigliamo di fermarvi a dormire per poi ripartire la mattina seguente pieni di energie. Dal Rifugio V Alpini raggiungerete in circa 1h30’ il Rifugio Campo (2.000 m) e infine, a seconda del ritmo tenuto, da qui al Rifugio Forni potrete metterci un tempo fra le 4 e le 6 ore.

Passo dello Stelvio: Filon del Mott e Le Tre Baracche

Nei dintorni del passo dello Stelvio, raggiungibile in pochi minuti di auto da Bormio, vi consigliamo due itinerari: Filon del Mott e Le Tre Baracche. La partenza del Filon del Mott è dalla cima dello Stelvio. Da qui imboccate il sentiero S506 fino al passo delle Platigliole e poi alla vetta dello Scorluzzo (3.095 m). Scendendo dalla cresta sud – ovest vedrete prima le difese austriache della I guerra mondiale e poi le trincee italiane in pietra. Raggiungerete quindi Malga Scorluzzo e, proseguendo lungo il sentiero S505, concluderete il giro presso la III Cantoniera. La partenza del giro de Le Tre Baracche è invece alla II Cantoniera. Da qui imboccate il sentiero S505 fino alla Valle dei Vitelli e poi al bivio, dopo il torrente, proseguite fino alla Loc. Le Buse. Quindi dovrete percorrere un pezzo in costa lungo i pendii della Glandadura fino a Pian Pecci. Qui, al bivio, lasciatevi sulla destra il sentiero della I Cantoniera e andate verso il passo del Crap dell’Aquila. Da qui troverete una traccia fino a località Palone sulla SS38 dello Stelvio.

Allora, che cosa ne dite, vi hanno entusiasmato questi itinerari? Noi vi aspettiamo all’hotel Alù di Bormio per trascorrere una indimenticabile vacanza all’insegna dello sport, della buona cucina e del benessere! Scopri qui infine le altre nostre offerte speciali.

Leave a Reply